Guida ai migliori ristoranti di Amalfi

Guida ai migliori ristoranti di Amalfi

In un’estate in cui il settore turistico sarà messo a dura prova dalle vicende degli ultimi mesi ed in cui prevale l’incertezza della gente e dei turisti, la costiera amalfitana potrebbe essere la soluzione per molti italiani comunque desiderosi di cambiare aria durante le settimane più calde dell’anno. Situato al centro del nostro paese, Amalfi è facilmente raggiungibile da molti punti d’Italia ed è situato in una zona in grado di soddisfare tutti i gusti dei visitatori: sono presenti delle scogliere incredibili e dei panorami mozzafiato, è una zona ricca di storia, musei e monumenti, sono presenti delle aree naturali e dei ristoranti ottimi che incarnano perfettamente la cultura gastronomica del posto. La costiera amalfitana è stata eletta patrimonio dell’umanità dall’UNESCO ben 23 anni fa.

Di ristoranti ad Amalfi ce ne sono per tutti i gusti: dalle taverne, ai ristoranti di hotel lussuosi passando per ristoranti semplici sulle scogliere o ristoranti di classe. Collegandovi ad amalfi.it e cliccando sulla sezione “Dove mangiare” potrete consultare una lista dei migliori ristoranti ad Amalfi secondo lo staff di amalfi.it costituito da persone nate e cresciute in zona.

I prodotti tipici della costiera amalfitana sono senza dubbio i limoni e gli Scialatelli. L’intera provincia di Salerno ospita, da centinaia di anni, i limoneti più grandi d’Italia. I limoni coltivati in queste terre sono famosi non solo nel nostro paese ma in tutto Europa. Da essi si produce uno dei limoncelli maggiormente apprezzati in tutto il continente. Inoltre, recenti studi condotti dall’Università Federico II di Napoli hanno confermato le straordinarie proprietà di questi limoni che, per esempio, presentano concentrazioni di Vitamina C superiori alla media. Uno dei piatti tipici maggiormente apprezzati dai turisti sono gli Scialatielli, cioè delle listarelle di pasta fatta a mano a base di farina di grano duro, prezzemolo, pepe e formaggio grana condite, molto spesso, con pomodorini e frutti di mare. Si tratta di un primo piatto sostanzioso e molto saporito, ma allo stesso tempo fresco ed adatto ad essere consumato ammirando le bellezze naturalistiche che la costiera amalfitana offre.

Amalfi e le sue fantastiche scogliere non sono soltanto mare, paesaggi e buon cibo. In questa zona ricca di storia, infatti, sorgono diversi monumenti e/o musei che testimoniano quanto questa regione sia stata importante per l’Italia ed, in generale per tutta la comunità umana. Nel cuore di Amalfi sorge il Duomo di Sant’Andrea, simbolo artistico e architettonico della città. Diverse chiese e monumenti storici si intervallano a musei estremamente interessanti come il museo della bussola, l’Arsenale della Repubblica ed il museo della carta. Amalfi, infatti, ha retto la sua economica per interi decenni, per non dire secoli, sull’industria della carta, sulla sua produzione e lavorazione. Ancora oggi l’impronta e la ricchezza lasciata da questo tipo di industria è visibile grazie al museo e alle numerose strutture, oramai abbandonate, che una volta erano dedicate a ciò.

Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.