Mastoplastica addittiva per un seno naturalmente al top

Mastoplastica addittiva per un seno naturalmente al top

Il seno è una delle parti del corpo della donna che maggiormente esprime femminilità, ma che purtroppo viene anche sottoposto a diversi stress durante la vita. Ad esempio, una perdita di peso importante, l’invecchiamento, ma anche cambiamenti ormonali come gravidanza ed allattamento possono influire negativamente sul seno facendolo apparire svuotato e poco tonico.

Molte donne, poi, non sono soddisfatte dal loro décolleté perché magari è troppo piccolo oppure perché sono evidenti importanti asimmetrie tra un seno e l’altro. Questi sono i motivi principali per cui l’intervento di mastoplastica addittiva è uno dei più richiesti in tutto il Mondo. Solo nel nostro Paese, ad esempio, nel 2018 le operazioni per aumentare il seno sono state 52.600, il 9% in più rispetto al 2016, secondo le statistiche AICPE, Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica.

Sottoporsi ad un intervento di mastoplastica addittiva permette di aumentare il volume del proprio seno, ma anche di migliorare la propria autostima. Avere un seno tonico e florido aiuterà a guardarsi con soddisfazione allo specchio.

L’intervento di mastoplastica addittiva è consigliato per tutte le donne che notano una riduzione del volume del seno, in seguito a perdita di peso, gravidanza, allattamento o invecchiamento, per coloro che sono a disagio quando devono mettersi in costume, indossare un vestito o quando sono nude.

Come tutti gli interventi chirurgici, anche quello di mastoplastica addittiva comporta dei rischi per cui è necessario affidarsi a mani competenti ed esperte scegliendo con cura lo specialista a cui rivolgersi. Infatti, sarà il medico specialista in Chirurgia Plastica ed Estetica ad eseguire l’intervento e a visitare in maniera approfondita la paziente prima della mastoplastica addittiva.

Come si svolge la visita prima della mastoplastica addittiva

La visita prima di sottoporsi all’intervento di aumento del volume del seno prevede un’accurata anamnesi che servirà a rilevare eventuali controindicazioni o limitazioni alla chirurgia, l’analisi della storia medica della paziente e ovviamente un esame approfondito del seno per identificarne forma, volume, qualità della pelle e posizionamento di areola e capezzolo. Prima dell’intervento è necessario sottoporsi ad alcuni esami medici e seguire indicazioni specifiche come evitare l’utilizzo di alcuni farmaci e limitare il fumo.

Durante la visita verranno mostrate poi immagini di interventi di mastoplastica addittiva già eseguiti per fornire alla paziente un’idea del risultato finale che, grazie alle nuove tecniche, sarà davvero naturale.

Come viene eseguito l’intervento di aumento del seno

L’intervento di mastoplastica addittiva viene svolto in anestesia generale ed ha una durata media di 90 minuti. Il chirurgo estetico provvederà ad inserire delle protesi mammarie dietro la ghiandola oppure dietro il muscolo pettorale. Questa scelta è legata alle caratteristiche anatomiche della paziente. Solitamente, l’incisione viene eseguita in sede periareolare e la cicatrice appare invisibile perché camuffata dalla differenza tra il tessuto dell’areola e la “pelle normale”.

Dopo questa fase verranno applicati degli appositi drenaggi e bendaggi ed è consigliato restare in clinica per almeno 6 ore prima di tornare a casa. Sarà il medico a fornire poi tutte le indicazioni per il periodo postoperatorio (riposo, movimenti da evitare, farmaci da assumere, ecc) e a valutare il percorso più opportuno per il singolo caso.

Dopo l’intervento di mastoplastica addittiva è bene evitare sforzi intensi, soprattutto nelle 2/3 settimane successive, mentre le normali attività quotidiane possono essere riprese senza problemi già dopo qualche giorno. L’esposizione al sole, invece, è da evitare per i 40 giorni successivi all’intervento.

Come scegliere lo specialista giusto

Per regalarsi un seno nuovo ed evitare problemi è necessario individuare un medico chirurgo plastico ed estetico che abbia alle spalle molta esperienza. Per saperne di più sulla mastoplastica addittiva, ma anche su altre procedure di medicina plastica ed estetica, il libro “Si può fare? Breve guida alla Chirurgia e Medicina Estetica” di Juri Tassinari, Membro ISAPS (International Society of Aesthetic Plastic Surgery) è un’ottima lettura.

Il dr. Juri Tassinari è anche attivo sui principali social (Facebook – Instagram – YouTube – LinkedIn – Spotify).

Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.