Guglielmo Alessio ed il sistema di coltivazione Out Ground

Guglielmo Alessio ed il sistema di coltivazione Out Ground

Agronomia Srl è una delle principali aziende italiane ed europee nel campo della produzione e del commercio di insalate e prodotti simili. Agronomia Srl è stata fondata da Guglielmo Alessio nel lontano 2004 e nel corso degli ultimi 16 anni è cresciuta passando dall’essere una realtà locale a conquistarsi una grande fetta del mercato italiano. I prodotti di Agronomia Srl, infatti, possono essere trovati nelle principali catene di supermercati diffuse sul territorio italiano: da Eurospin a Conad, passando per Italfrutta e Esselunga.

Le prove di questa crescita grandiosa di cui Agronomia Srl e Guglielmo Alessio si sono resi protagonisti sono nei numeri: l’azienda vanta diversi stabilimenti per un totale di 130 ettari, 130 dipendenti ed un fatturato annuo di circa 18 milioni di euro.

Attualmente Agronomia non soltanto può vantare degli stabilimenti da decine di ettari nella provincia di Bergamo e nel Sud della Puglia, ma anche uno stabilimento extra italiano. Nel 2014, infatti, in seguito a diversi successi ed obiettivi raggiunti dalla sua azienda, Guglielmo Alessio ha deciso di espandere il mercato costruendo uno stabilimento a pochi chilometri da Monaco di Baviera, in Germania. Questo stabilimento sarebbe servito soprattutto per ampliare il mercato a livello europeo, obiettivo che è stato già raggiunto. Ma l’espansione non si fermerà qui, il prossimo obiettivo di Guglielmo e del suo staff sono il mercato del Regno Unito e quello degli Emirati Arabi.

Il segno distintivo di quest’azienda è il sistema di coltivazione Out Ground, messo a punto in seguito ad anni e anni di tentativi, studi e ricerche. Per finalizzare questo sistema di coltivazione in serra, sono stati necessari numerosi studi nel corso del tempo condotti dall’Università del Salento in primis, ma anche da altre università lombarde. Alla fine di questo processo si è riusciti ad ottenere un sistema migliore di quello al quale si puntava. L’obiettivo iniziale era quello di ottenere delle insalate o, più in generale, delle culture con una concentrazione minima di nitrati. Tale obiettivo è stato raggiunto ma, allo stesso tempo, il sistema Out Ground è stato sviluppato in modo da garantire l’aumento della produttività per superficie, la riduzione degli sprechi di qualsiasi tipo di nutriente, un notevolmente abbassamento del ciclo produttivo (basta pensare che quello del lattughino, in estate, può arrivare a durare appena 20/25 giorni) e una prevenzione dall’attacco di specie infestanti, batteri ed insetti. Il terreno utilizzato è un mix tra torba vermiculite-perlite, il cui rapporto sarà soggetto a variazioni nel caso si trovi un compromesso migliore nelle diverse fasi climatiche. Le serre utilizzate sono serre di ultima generazione, anch’esse messe a punto per massimizzare l’efficienza e ottimizzare l’utilizzo di acqua e nutrienti durante il ciclo produttivo delle insalate e della rucola. Anche la struttura della serra stessa è soggetta a delle piccole modifiche in modo da renderla perfettamente adatta ai diversi periodi dell’anno e ai diversi climi.

Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.